Presentato il polo tecnologico per l’intelligenza artificiale a Palazzo Sansedoni

Presentato il polo tecnologico per l’intelligenza artificiale a Palazzo Sansedoni

Un incontro dedicato alle aziende che hanno mostrato interesse a partecipare al nascente progetto SAIHub, Siena Artificial Intelligence Hub per un polo tecnologico di intelligenza artificiale che avrà sede nel territorio senese. È quello che si è tenuto questo pomeriggio a Palazzo Sansedoni, organizzato da Fondazione Mps, QuestIT e Fondazione TLS, e al quale hanno partecipato una ventina di società, insieme ai docenti dell’Ateneo senese, Marco Gori e Domenico Prattichizzo del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche e Annalisa Santucci, direttore del Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacia.

Un progetto che nasce dal percorso Siena2030, intrapreso e fortemente voluto dalla Fondazione Mps a partire dallo scorso anno, in stretta collaborazione con le istituzioni e le realtà locali, e che in questi mesi ha arricchito e alimentato il dibattito pubblico con iniziative concrete sulle prospettive di sviluppo del nostro territorio.

Il polo tecnologico-scientifico SAIHub ha lo scopo di aggregare imprese italiane dell’Intelligenza Artificiale (IA), istituzioni e atenei del territorio senese nel parco tecnologico esistente delle biotecnologie: uno spazio comune altamente qualificato in cui le aziende usufruiranno delle migliori tecnologie per sviluppare soluzioni di IA da applicare a diversi settori, con il supporto scientifico dell’Università di Siena e con un focus particolare, ma non esclusivo, sulle scienze della vita.

L’obiettivo finale è quindi quello di integrare l’ecosistema biotecnologico di Siena con un solido polo di imprese e competenze per diventare un centro di eccellenza e catalizzatore di innovazione in Toscana: uno spazio dove imprenditori, investitori, ricercatori e studenti interessati al tema dell’Intelligenza Artificiale e delle scienze della vita condividano progetti per sviluppare e crescere insieme.

Le aziende che hanno partecipato a questo primo incontro saranno invitate successivamente a prendere parte ad un secondo momento, che prevederà un tavolo tecnico-operativo per delineare le forme giuridiche più appropriate e iniziare a lavorare in rete nell’ambito del SAIHub.