Area riservata


Link

 

Manifesto per l’uso corretto dell’immagine femminile in pubblicità

Manifesto per l’uso corretto dell’immagine femminile in pubblicità

Fondazione Mps e Vernice hanno firmato e sottoscritto il patto promosso dal Comune di Siena  per un corretto uso dell’immagine femminile nella pubblicità. Un impegno che l’amministrazione comunale, fondazioni, enti, associazioni di  categoria e aziende prendono attraverso la firma di un Manifesto in cui si ribadisce l’importanza del rispetto della parità di genere come fondamento di una società civile.

Il manifesto. Il Manifesto per un utilizzo responsabile dell’immagine femminile è promosso dal Comune di Siena per consolidare modelli di comunicazione ispirati al rispetto della dignità della donna e del principio di pari opportunità.

I firmatari ritengono che una rappresentazione delle donne moderna, articolata, che rifletta le molteplici facce della realtà femminile, rispettosa della dignità della persona, possa contribuire allo sviluppo del Paese. Per questo non intendono associare il proprio marchio a messaggi discriminatori o degradanti con immagini o slogan, basati su stereotipi di genere, o che possano indurre una qualsiasi forma di violenza contro le donne.

Nello specifico i firmatari si impegnano a garantire il rispetto della dignità umana e dell’integrità della persona; a evitare slogan sessualmente allusivi; ad articolare la pubblicità con una più moderna concezione dei ruoli e a non propagandare un’unica tipologia di immagine e un canone estetico che celebri la bellezza quale valore assoluto.

I firmatari. Il manifesto è stato firmato questa mattina dai rappresentanti di enti e associazioni del territorio senese che hanno preso l’impegno a divulgare una corretta rappresentazione dell’immagine femminile e maschile. Nello specifico hanno aderito:

Vernice Progetti Culturali srl, Confesercenti provinciale di Siena, Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Arezzo–Siena, Comitato Imprenditoria Femminile della CCIAA, Unione Provinciale Agricoltori di Siena, Confcooperative Toscana Sud, Confartigianato di Siena, Confindustria Toscana sud, CNA di Siena, Federazione Coldiretti Siena, Fondazione MPS, Confederazione Italiana Agricoltori di Siena, Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Siena.

La campagna. Per promuovere la firma del manifesto è stato messo in campo un visual realizzato da Vernice Progetti Culturali che sarà declinato in manifesti e flyer per invitare le aziende ad aderire alla campagna. L’immagine scelta rappresenta un murales di Malaga realizzato dallo street artist Belin. La figura della donna è scomposta e ricomposta in una struttura con una prospettiva impossibile, a voler rappresentare le mille sfaccettature e la complessità di raccontare la figura femminile. A sostegno del concetto, a partire dal titolo del romanzo di Luigi Pirandello “Uno, nessuno, centomila”, è nato anche il pay off: “Una, qualcuna, me stessa”: una donna che vive e che afferma la sua unicità di persona, contro ogni stereotipo.

 

Per info e sottoscrizioni: tel. 0577 292176 – pariopp@comune.siena.it  www.comune.siena.it 

 

 

Tags:
,