Area riservata


Link

 

Seduta della DA del 20.06.2019

Seduta della DA del 20.06.2019

La Deputazione Amministratrice (DA) ha deliberato la prossima emanazione di due nuovi bandi per un importo complessivo di € 320.000. Si tratta della prosecuzione dei bandi “Mobilità solidale e servizi di prossimità” e “SIENAindivenire” che, dopo il riscontro positivo delle edizioni precedenti, verranno riproposti nella formula consolidata, ma con alcune novità. I bandi saranno pubblicati sul sito e ne sarà data notizia attraverso i canali di comunicazione della Fondazione.

La DA ha inoltre approvato i primi risultati del bando “Giovani protagonisti per le Comunità locali”, emesso in collaborazione con CeSVoT e Regione Toscana, per promuovere la partecipazione e il protagonismo giovanile in attività di volontariato. In particolare, è stato approvato l’esito della Commissione di valutazione che ha preso in esame e stilato una graduatoria di merito relativa solo ai progetti dell’area sud (Siena, Arezzo e Grosseto). L’impegno della Fondazione si attesta sui € 60.000 a fronte di €110.000 (la restante quota sarà coperta dalla Regione Toscana).

È stato inoltre deliberato il sostegno al progetto “Casa Giubileo – Attività 2019”, iniziativa sostenuta ormai da alcuni anni da parte della Fondazione, sul tema della memoria storica e della resistenza.

La Deputazione ha infine approvato – stanziando € 50.000 – l’avvio del progetto “Community Hub Culture Ibride”. L’iniziativa si configura come un innovativo metodo di lavoro, finalizzato a promuovere economia sociale e sviluppo locale sostenibile con un’attenzione particolare rivolta alla provincia e alla città di Siena.  Le principali caratteristiche (metodologiche, strutturali, strategiche e di governance), che andranno a caratterizzare l’Hub nel tempo, sono legate alla promozione di modelli di sviluppo locale, sostenibili, centrati sull’economia sociale; si tratta di un approccio alla progettazione locale fondato su logiche interattive e di network, e una programmazione aperta e partecipata.