Pubblicato il “Call for proposals” per economia, crescita e sviluppodel territorio 2016

Pubblicato il “Call for proposals” per economia, crescita e sviluppodel territorio 2016

E’ aperto il nuovo “Call for proposals” 2016 (con validità da oggi 1 febbraio) dedicato allo sviluppo di studi di fattibilità e/o redazione di piani operativi di idee progettuali nel settore dell’economia, crescita e sviluppo del territorio. La scadenza per l’invio delle proposte progettuali preliminari è fissata all’11 marzo 2016.

Il bando conferma l’obiettivo della promozione, sviluppo e predisposizione di studi di fattibilità o redazione di piani operativi di idee progettuali sul tema dell’economia, crescita e sviluppo del territorio di riferimento in linea con le priorità indicate nei documenti di programmazione strategica. Pertanto, l’emanazione del secondo bando tematico rappresenta uno strumento di sollecitazione a ricevere proposte con criteri, principi e meccanismi precisi in determinati ambiti settoriali di intervento.

Il “Call for proposals” prevede, in analogia al precedente sulla “Cultura, formazione, arte”, il doppio momento valutativo (proposta preliminare e proposta definitiva), la necessità di partecipare attraverso un partenariato di almeno tre soggetti, l’individuazione del soggetto specializzato che effettuerà lo studio ad opera del richiedente, l’ambito territoriale della provincia di Siena, un importo massimo del contributo di € 25.000 e l’onere del cofinanziamento obbligatorio del 30% del budget.

Le attività di studio e progettazione ed i servizi di consulenza dovranno essere effettuati ad opera di soggetti specializzati e qualificati (ad es. società di consulenza) a favore dei potenziali soggetti beneficiari, che avranno l’onere di individuarli ed incaricarli. Le risorse finanziarie messe a disposizione dalla Fondazione per il presente bando sono pari a 25.000 euro.

Le richieste, inoltre, potranno essere presentate esclusivamente in formato elettronico attraverso l’area riservata presente sul sito della Fondazione. L’invio della proposta, da effettuarsi sempre e esclusivamente tramite l’area riservata del sito web della Fondazione, costituisce un requisito indispensabile e propedeutico alla successiva presentazione del progetto definitivo.