La Deputazione Generale ha esaminato il parere reso dal Prof. Giorgio De Nova

La Deputazione Generale delibera su azione di responsabilità

— La Deputazione Generale ha esaminato il parere reso dal Prof. Giorgio De Nova

La Deputazione Generale della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, riunitasi in data odierna, ha esaminato il parere reso dal Prof. Giorgio De Nova, ordinario di Diritto Civile all’Università Statale di Milano, coadiuvato dal Prof. Ugo Pomante, straordinario di Economia dei Mercati Finanziari presso l’Università Tor Vergata di Roma, acquisito dalla Deputazione Amministratrice nell’ambito dell’incarico ad essa affidato dalla stessa Deputazione Generale di svolgere un approfondimento delle ragioni di merito che hanno determinato l’attuale situazione della Fondazione MPS.

Il parere esaminato si esprime sulla sussistenza di profili di responsabilità in capo ai componenti degli Organi Statutari della Fondazione e a terzi, connessi alla sottoscrizione da parte della Fondazione, in via indiretta, dell’aumento di capitale riservato della Banca MPS del 2008, nonché connessi alla contrazione di un debito per l’importo di €600 milioni funzionale alla sottoscrizione, da parte della Fondazione, dell’aumento di capitale ordinario della Banca MPS del 2011.
Ad esito della riunione la Deputazione Generale ha ritenuto sussistere i presupposti per l’esercizio dell’azione di responsabilità con riferimento ad entrambe le operazioni esaminate.

Per la prima (sottoscrizione indiretta dell’aumento di capitale del 2008) a carico dei componenti della Deputazione Amministratrice allora in carica e dell’advisor della Fondazione; per la seconda (contrazione di un prestito di €600 milioni) a carico dei componenti della DA allora in carica e dell’allora Provveditore, nonché delle banche che hanno concesso il prestito.

La Deputazione Generale ha deliberato di dare mandato alla Deputazione Amministratrice e al Presidente, per quanto di competenza di ciascuno, per il compimento di ogni e qualsivoglia attività necessaria e/o opportuna per l’instaurazione dei giudizi di cui alle azioni indicate.