Post recenti
Fondazione MPS | Seduta DA del 7.09.2017
6484
single,single-post,postid-6484,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,boxed,,wpb-js-composer js-comp-ver-3.6.12

Seduta DA del 7.09.2017

Seduta DA del 7.09.2017

2017 | Sedute Deputazioni

Nella riunione del 7 settembre, la Deputazione Amministratrice ha preso in esame, tra gli altri, i seguenti argomenti:

PROGETTI DELLA FONDAZIONE
DURANTE E DOPO DI NOI
Ad esito dell’attività di co-progettazione a cui hanno preso parte i firmatari del protocollo di intesa, oltre ad ulteriori soggetti strategici per lo sviluppo delle attività, è stato definito un programma organico di interventi sul territorio provinciale, che copre un periodo di circa 18 mesi, il cui obiettivo generale è quello di contribuire al pieno sviluppo delle autonomie personali e all’attivabilità del diritto di autodeterminazione sancito dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

E’ stato deciso di avviare una progettualità diffusa nelle zone-distretto Senese, Alta Valdelsa, Amiata Val d’Orcia/Valdichiana focalizzata sul tema di incrementare sia il livello di capability delle famiglie dei bambini con disabilità, che il bagaglio di competenze in possesso degli operatori coinvolti, oltre ad aumentare le occasioni di socializzazione e vita di relazione dei giovani con disabilità, tra l’età scolare e la vita adulta.

Per lo sviluppo del progetto Oggi è domani del Durante e Dopo di Noi, la DA ha deliberato di stanziare ulteriori €60.000, per un importo complessivo €160.000.

TEATRO SOCIALE
Allo scadere dell’avviso pubblico per recepire manifestazioni di interesse a partecipare ad un tavolo di co-progettazione di interventi pilota di teatro sociale come forma di prevenzione e contrasto delle varie forme di disagio giovanile (rischio di dispersione scolastica, fenomeni di bullismo, comportamenti devianti, ecc.), tra marzo e giugno scorso è stata avviata la fase di co-progettazione con il coinvolgimento attivo di 17 soggetti, tra cui 9 associazioni teatrali e 5 scuole, coordinata dalla Fondazione e supportata da un Comitato Scientifico composto da Laura Caretti (Università degli Studi di Siena, Storia del Teatro e Antropologia della performance) e Ivana Conte (responsabile teatro sociale e formazione per Agita Teatro).

L’articolato programma di intervento condiviso, che ha gli obiettivi di accrescere il senso di responsabilità, rafforzare l’autostima, stimolare la partecipazione e migliorare il clima del gruppo-classe, prevede la realizzazione, durante il prossimo anno scolastico (ottobre-aprile), di 8 laboratori teatrali con finalità specifiche di prevenzione/contrasto di fenomeni di disagio giovanile, differenziati per tematiche, fasce di età, orari (curricolari o extracurricolari), ma accomunati da alcuni tratti identitari.

Al fine di sviluppare e consolidare una comunità di pratica attorno al teatro sociale nel territorio senese, saranno inoltre sviluppate attività di formazione e autoformazione rivolte ai soggetti che fanno parte del gruppo di co-progettazione. Inoltre, il percorso di co-progettazione e le relative attività saranno oggetto di uno specifico momento di divulgazione nell’ambito della prossima edizione della rassegna di teatro sociale “Metamorfosi” all’interno di Siena Città Aperta.

Da fine settembre riprenderà anche l’attività del Laboratorio teatrale integrato della Fondazione, rivolto a persone con e senza disabilità, che vede la partecipazione di 22 persone, di cui 11 diversamente abili.